Il Salone del mobile di Milano deve essere rinviato. Massimo De Salvo, presidente di Confapi Matera, facendosi portavoce delle istanze delle aziende del mobile imbottito che partecipano alla più importante fiera internazionale di settore, ne ha chiesto il rinvio a settembre o ad altra data, quando presumibilmente l'epidemia di coronavirus si sarà ridimensionata. Infatti, il timore più che fondato è che al Salone del Mobile di Milano, in programma dal 21 a126 aprile, la maggior parte dei compratori asiatici sia assente, con un danno enorme per gli operatori italiani che guardano con enorme interesse all'immenso mercato dell'Asia. Del resto, la fiera del mobile imbottito che si è appena tenuta a Kiev ha deluso le aspettative proprio a causa della mancata partecipazione dei buyers asiatici. E problemi si annunciano anche per Parigi ad aprile e Francoforte a maggio. Intanto la fiera dell'elettronica di Barcellona, in programma dal 24 febbraio, è stata annullata. Inoltre, alcuni grossi players del Nord Italia hanno chiesto il rinvio della manifestazione di Milano all'ente fiera. La sollecitazione è stata rivolta dal presidente di Confapi Matera a Maurizio Casasco, presidente di Confapi e membro del cda della fondazione fiera.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy