Piano antimafia per le piccole aziende

Il Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, generale Teo Luzi, e il presidente di Confapi Maurizio Casasco hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la tutela del patrimonio informativo aziendale, attraverso la prevenzione dell'utilizzo illegale dei dati, per la salvaguardia dagli illeciti ambientali e per il contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nell'attività economica. L'intesa è stata siglata nella sede del Comando generale dei Carabinieri, a Roma. «La legalità rappresenta il presupposto imprescindibile per la crescita e il lavoro. Questo protocollo trova forza nel profondo radicamento territoriale di entrambe le nostre organizzazioni e nella condivisione di obiettivi comuni, per la legalità e la crescita del Paese», spiega Maurizio Casasco. «E’ dovere dell'Arma essere vicini ai cittadini, ed uno dei tanti modi per farlo è tutelare le piccole e medie imprese tramite la Confapi. Aziende di assoluto rilievo, molto spesso portatrici di antiche tradizioni che sempre più diventano bersaglio della criminalità, specialmente in questo difficile periodo di ripresa», afferma il Generale Luzi.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy