Confapi apprezza l’intenzione del Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi di incontrare le parti sociali in questa fase di costruzione del suo governo.
 
Confapi - che dal 1947 rappresenta le piccole e medie industrie private  italiane, sottoscrivendo con i sindacati Cgil, Cisl e Uil 13 contratti nazionali di categoria, a cui fanno riferimento oltre 80mila imprese e quasi un milione di lavoratori, secondo i dati certificati dall’Inps in sede di accordo sulla rappresentanza - è pronta a collaborare per il rilancio del Paese discutendo non solo di Recovery Fund, ma anche di tutte le proposte utili al sistema produttivo che la Confederazione rappresenta.
 
Potrà essere questa l’occasione per dialogare sulle indispensabili e prioritarie riforme e su come coniugare economia, sicurezza e lavoro, anche attraverso la proposta fatta da Confapi di incentivare le vaccinazioni in azienda e su come velocizzare e rendere più efficace la lotta alla pandemia.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy