Roma, 17 aprile 2019 –  Con l’Assemblea dello scorso 12 Aprile Confimi Emilia, che raccoglie le province di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma, ha deliberato di uscire da Confimi Industria e di rientrare con tutte le sue categorie nel sistema Confapi.

Si tratta di un’importante ricomposizione che ha per protagonista   uno dei migliori ceti produttivi che ritrova la famiglia Confapi rafforzata, autonoma e battagliera nel difendere gli interessi e lo sviluppo delle Pmi private e quindi quello dell’intero sistema Paese. La nuova Confapi Emilia vanta industrie competitive, in particolare nei settori metalmeccanico e edile.

Il presidente Casasco e il presidente Gorzanelli stanno già lavorando all’individuazione di temi e istanze che valorizzino il nucleo produttivo di una regione come l’Emilia Romagna ancora esempio, anche a livello internazionale, di capacità imprenditoriale, attaccamento al territorio, rispetto del valore del lavoro.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy