Un comparto economico in crescita, quello dell’agro-alimentare italiano, con punte di eccellenza a livello mondiale. Un settore che, tuttavia, necessita di continui investimenti per mantenere le posizioni di mercato e favorire i processi di internazionalizzazione. È la chiave di lettura della recente collaborazione tra i due neo eletti Presidenti di Confapi Milano, l’avvocato Nicola Spadafora e di UnionAlimentari, Antonio Casalini. Entrambi i Presidenti da tempo promuovono con le loro rispettive attività professionali e imprenditoriali iniziative legate all’internazionalizzazione ed ora, grazie alla collaborazione tra le due Associazioni, nasceranno nuove sinergie nel settore dell’agroalimentare per consolidare e premiare questo comparto economico fondamentale per Milano, la Lombardia e il Paese. “Con UnionAlimentari – ha spiegato Spadafora – ci accomuna lo spirito di fare associazione che per noi significa favorire approfondimenti di qualità ed opportunità in un continuo processo di integrazione tra i diversi gruppi di lavoro. Il comparto agroalimentare rappresenta uno dei punti di forza del nostro sistema industriale, caratterizzato da continua crescita e innovazione di processo e prodotti, in grado di trainare occupazione ed export. La collaborazione con UnionAlimentari aiuterà a far cogliere anche alle nostre imprese le sempre maggiori opportunità che offre questo settore”. Con quasi trecento prodotti Dop e più di cinquecento vini Doc, l’agroalimentare italiano ha un’incidenza del 15% sul Pil nazionale ed occupa un posto di primo piano anche in Europa. L’intesa siglata tra i Presidenti Spadafora e Casalini guarda anche a Bruxelles, col fine di meglio rappresentare gli stabilimenti, i prodotti e le aziende degli associati in sede comunitaria.

Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e offrire servizi in linea con le preferenze dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei Cookie.
Per saperne di più, o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, si prega di prendere visione della pagina Cookie Policy